English (United Kingdom)Italian - Italy
Home Frutta e Salute

Banana

Musa sp. Pl.(fam. Musaceae)

Descrizione botanica
Col termine di banane si indicano generalmente i frutti di 3 specie del genere Musa: M. paradisiaca, la più nota ed economicamente più valida, M. nana e M. sapientum. Coltivate estesamente in tutta la fascia tropicale, sono originarie dell’Estremo Oriente da dove si sono diffuse sia in Africa che nel continente americano. Il banano è una pianta erbacea, la cui parte aerea è costituita da un falso tronco colonnare risultato della persistenza della porzione basale dei lunghi piccioli delle foglie guainanti. La pianta si riproduce grazie all’emissione di nuovi polloni da parte dei rizomi. I frutti , disposti in grappoli (caschi) che ne possono contenere anche più di 200, sono bacche prive di semi,allungate e un pò falcate ,rivestite da una buccia giallastra o tigrata a cui internamente aderisce una polpa tenera ma compatta,giallo avorio,molto zuccherina e profumata. La banana è presente sul mercato tutto l’anno.

Principali costituenti
Di alto valore nutritivo (980 cal/kg) è un frutto ricco di sostanze proteiche e lipidiche, nonché di zuccheri, sali di calcio, fosforo, ferro, potassio e vitamine A,B1,B2,B6,C,PP.

Utilizzazione
Si consumano come frutta, in frullati e macedonie; stanno alla base della composizione di dolci e frittelle. Se ne realizzano di ottime immergendo il frutto, sbucciato e tagliato a metà nel senso della lunghezza in una pastella densa di latte, farina,uova e zucchero, friggendo in olio bollente. Altamente energetiche,le banane sono indicate in caso di astenia, deperimento, sovraffaticamento. Per pelli aride e di tutte le età, si ottiene una maschera nutriente e ammorbidente schiacciando mezza banana, unendovi succo di limone e applicando al viso e sul collo.

Conservazione
Si preparano confetture (cuocere molto delicatamente per evitare di spappolare del tutto le rondelle) e liquori. In alcuni paesi si usa essiccare la polpa e ricavarne una farina alimentare.