English (United Kingdom)Italian - Italy

Cedro

Citrus medica (farm. Rutaceae)

Descrizione botanica

Questo è il rappresentante tipo della specie linneana C. Medica a altre entità fanno capo come primo fra tutti il limone. Originaria dell’Asia orientale è una bella specie arborea dalle foglie grandi e coriacee e dai fiori bianchi. E’ coltivata nei paesi mediterranei, in modo particolare nell’Italia meridionale,in Corsica,Grecia,Albania,Spagna e Tunisia, e inoltre in California,Giamaica,Giappone,Africa meridionale e Indonesia. cedri sono più grandi del limoni, hanno forma più appuntita, buccia non troppo liscia ma più tenera e spessa a svantaggio della polpa, che non è molto succosa e ha sapore acido e amarognolo. Le principali cultivar sono “cedro calabrese”, dai frutti irregolari e assai bitorzoluti”; cedro della Corsica”,più oblungo,con polpa dolce, profumo delicato,assai ricercato per essere candito; “cedro greco”, più tondeggiante, in Italia sono inoltre, assai noti i “ cedri di Firenze” e quelli del Garda.

Principali costituenti

Hanno grosso modo la composizione del limone (lo superano per quanto riguarda gli olii essenziali). Per avere idea del diverso sviluppo delle parti, si può evidenziare come nei cedri si abbia il 60-70% di scorza ,il 20-40% di succo e il 3% di semi.

Utilizzazione

Raramente il cedro viene consumato come frutto , mangiato cioè al naturale ;più spesso si usa il succo perp preparare bibite vitaminiche e dissetanti (cedrate), per aromatizzare granatine e gelati,per decorare dolci. Facendo bollire a bagnomaria una quantità di succi mista al doppio di zucchero si ottiene uno sciroppo stomachico che può essere aggiunto a decotti e infusi dividendone anche un valido correttivo di sapore.

Conservazione

Assai frequente e l’uso delle scorze candite.